Hub casa intelligente (hub domotico)

Smart home or building (home automation or domotics)
Gen 17, 2019
I TRANELLI DELL’AUTOMAZIONE FAI-DA-TE
Gen 18, 2019

Un hub di casa intelligente è hardware o software che collega i dispositivi su una rete di automazione domestica e controlla le comunicazioni tra di loro.

Gli hub Smart Home, che si connettono localmente o al cloud, sono utili per dispositivi Internet of Things (IoT) che utilizzano i protocolli Zigbee o Z-Wave o Bluetooth, anziché Wi-Fi.

 

A volte indicato come un ponte casa intelligente, un hub casa intelligente raccoglie e traduce varie comunicazioni di protocollo da dispositivi domestici intelligenti. Ad esempio, se uno smartphone, che non utilizza Zigbee per comunicare, desidera "parlare" con uno smart lock, che utilizza solo lo Zigbee e non il Wi-Fi o il Bluetooth nativo per lo smartphone, lo smart home hub funge da traduttore tra i due.

Come tale, un hub casa intelligente agisce come il cuore di una rete domestica intelligente, collegando vari dispositivi e sistemi in una piattaforma centralizzata. Ciò semplifica anche la rete per l'utente e gli offre un'unica applicazione smart home per governare tutti i vari sistemi e applicazioni. Ora, se un utente vuole impostare un comando che quando lo smartphone si avvicina alla casa del proprietario, la porta del garage si apre, la luce del padiglione si accende e la radio si sintonizza su una stazione di musica classica, con l'hub della casa intelligente.

Come controller principale di domotica, un hub di casa intelligente può anche deviare il traffico da Wi-Fi o Bluetooth, facilitando la congestione della rete.

Con tutti i dispositivi domestici intelligenti collegati in casa, gli utenti possono anche accedere da remoto ai vari sistemi e controllarli mentre sono fuori casa con la loro app di casa intelligente.

Come funziona un hub di casa intelligente

Gli hub, in generale, sono dispositivi di rete che fungono da punti di convergenza per i dati da uno o più dispositivi e quindi inoltrano i dati in una o più direzioni.
Smart home hub example and applications

Un hub di casa intelligente di solito ha uno switch integrato, che mantiene le informazioni necessarie per determinare come e dove i dati vengono inoltrati. I dispositivi possono anche includere risorse di calcolo per eseguire alcune attività di elaborazione prima che i dati vengano inoltrati.

L'app Smart Home associata funge da "telecomando universale" per tutti i dispositivi domestici intelligenti, consentendo al proprietario di monitorare gli elementi della rete domestica intelligente e automatizzare, pianificare e controllare le attività.

I mozzi Smart Home sono in grado di controllare molti dispositivi e sistemi intelligenti per la casa e IoT, compresi sensori intelligenti su termostati, lampadine, prese e interruttori, serrature e sensori per porte, campanelli, apriporta per garage, monitor di energia e trattamenti / coperture per finestre e sensori. Possono anche controllare sensori di movimento, sensori di allagamento e perdite, radio e altoparlanti intelligenti, sistemi di sicurezza e telecamere, rilevatori di fumo e monossido di carbonio, regolatori di irrigazione e ventilatori, scaldabagni e altri elettrodomestici.

Molti dispositivi domestici intelligenti sono dotati di propri hub proprietari, ma spesso questi sistemi non possono essere integrati con altri sistemi di casa intelligente, impedendo la comunicazione dei dispositivi - ad esempio, se un rilevatore di fumo rileva un incendio, potrebbe non essere in grado di dire le serrature intelligenti per sbloccare la porta per facilitare l'uscita o l'accesso del pompiere. In questo caso, un hub di casa intelligente dedicato può offrire un unico punto di controllo. Allo stesso modo, se un proprietario di casa utilizza lampadine intelligenti di diversi produttori, ognuno di essi può avere il proprio hub con la propria app. Un hub di casa intelligente dedicato può combinare e semplificare l'uso dei vari hub.

Sebbene un hub di casa intelligente dedicato fornisca un centro di comando centralizzato, ciò non significa che gli hub proprietari possano essere scartati; un hub di casa intelligente dedicato non sostituirà gli hub forniti con le tecnologie, ma li collega tutti in una posizione centralizzata. Liberarsi degli hub proprietari può ridurre la funzionalità del dispositivo o del sistema.

Evoluzione dell'hub di casa intelligente

I primi dispositivi domestici intelligenti spesso si affidavano al Wi-Fi e / o al Bluetooth per comunicare. Tuttavia, poiché queste specifiche possono esaurire rapidamente la carica della batteria, sono entrati in scena nuovi protocolli. Zigbee e Z-Wave, due dei protocolli più diffusi nell'automazione domestica, alleggeriscono i problemi di alimentazione e portano la connettività wireless a basso costo ai dispositivi domestici intelligenti.

SmartThings è il primo hub di casa intelligente sulla scena. Ha lanciato una campagna Kickstarter nel 2012, raccogliendo $ 1,2 milioni. Il sistema è stato acquisito da Samsung nel 2014.

Originariamente solo un dispositivo hardware, sono recentemente diventati disponibili hub per smart home software. Gli hub di casa intelligenti basati su software unificano i vari dispositivi domestici intelligenti su uno smartphone, riducendo la necessità di un'altra scatola sullo scaffale. Esempi di hub domotici basati su software includono Eve, Stringify e Yonomi.

Centri di casa intelligenti popolari

L'hub Samsung SmartThings supporta Zigbee, Z-Wave, Bluetooth e Wi-Fi. È hardwires per il router di casa e offre un backup della batteria. L'hub è compatibile con oltre 200 dispositivi e servizi di terze parti, tra cui Amazon Alexa, Assistente Google, Philips Hue, campanelli video ad anello, sicurezza ADT, serrature Schlage e termostati Honeywell. È compatibile con Android e iOS. Il router Wi-Fi Connect Home mesh Samsung offre un'integrazione SmartThings integrata.
The SmartThings smart home hub from Samsung

L'hub Wink supporta Zigbee, Z-Wave, Bluetooth e Wi-Fi. A differenza di molti altri hub di automazione domestica, parla internamente alla casa, piuttosto che fare affidamento sulla connettività cloud. Compatibile anche con Android e iOS, offre numerose integrazioni, come serrature Kwikset, termostati Nest, lampadine GE intelligenti e assistente Google.

Altre opzioni di hub di casa intelligenti includono Insteon Hub di Insteon, Harmony di Logitech, Almond di Securifi e VeraLite di Vera.

Considerazioni sull'hub di casa intelligente

Al momento dell'acquisto di un hub casa intelligente, ci sono diverse cose da tenere a mente:

  • Controllo vocale: se desideri controllare il tuo sistema di casa intelligente tramite voce, verifica se il dispositivo può integrarsi con il tuo altoparlante intelligente (ad es. Amazon Alexa o Google Home).
    Integrazioni: alcuni smart home hub offrono più integrazioni di altri. Inoltre, il numero di integrazioni disponibili può essere limitato dall'hub; ad esempio, Harmony by Logitech collega solo fino a otto dispositivi domestici intelligenti.
  • Compatibilità del sistema operativo: mentre molti sistemi sono compatibili con iOS e Android, assicurati di controllare prima dell'acquisto. Ad esempio, alcuni smart home hub sono incompatibili con i telefoni Windows.
  • Connessione: alcuni hub di casa intelligenti richiedono una connessione diretta al router, come l'hub SmartThings, mentre altri si connettono tramite Wi-Fi.
  • Compatibilità: sapere quali sono gli standard (Zigbee, Z-Wave, Bluetooth, Wi-Fi) utilizzati dai dispositivi smart home e assicurarsi che l'hub li possa ospitare.
  • App per Smart Home: è possibile accedere alla maggior parte degli hub di casa intelligenti tramite un'app per smartphone. Ci sono anche alcune opzioni disponibili tramite PC o Mac.

Sicurezza dell'hub di casa intelligente

Poiché i dispositivi domestici intelligenti si connettono a Internet e comunicano in modalità wireless, sono intrinsecamente a rischio di attacco. Ci sono stati diversi eventi di sicurezza importanti per la casa intelligente nella storia recente, tra cui:

  • Nel maggio 2018, i ricercatori di Pen Test Partners hanno scoperto un difetto di software di cinque anni nel protocollo Z-Wave, soprannominato Z-Shave, che colpisce circa 100 milioni di chip in dispositivi domestici intelligenti venduti da oltre 2.400 fornitori. Se attaccati, gli hacker potrebbero potenzialmente intercettare le chiavi di blocco intelligente e sbloccare le porte di casa.
  • Nel mese di febbraio 2018, i ricercatori di Kaspersky Lab hanno rilevato vulnerabilità in un hub di casa intelligente senza nome che potenzialmente consentirebbe a utenti malintenzionati remoti di accedere al server ed estrarre i dati dell'utente, determinando una potenziale acquisizione dell'intero sistema di casa intelligente.
  • Nel 2017, i ricercatori di Rapid7 hanno trovato credenziali di testo in chiaro archiviate nei file di configurazione nelle applicazioni Android utilizzate per controllare Wink Hub 2 e Insteon Hubs. A meno che il telefono non abbia una forte autenticazione, crittografia completa del telefono o utilizzato i keystore sicuri integrati di Android, i dati dell'utente potrebbero essere rimossi dall'app.
  • Nel 2016, un ricercatore di Cognosec ha scoperto un difetto nell'hub SmartThings che potrebbe consentire a un ladro di entrare in una casa intelligente aprendo lucchetti intelligenti e sensori di movimento che si bloccano.

Per evitare problemi di sicurezza all'interno di un hub di casa intelligente e di un'intera rete domestica intelligente, si consiglia di utilizzare l'autenticazione multifattore, modificare eventuali nomi utente o password predefiniti, aggiornare software e firmware e non condividere mai numeri seriali, indirizzi IP o altre informazioni sensibili sulla rete. Si consiglia anche l'uso di antimalware e l'elusione del Wi-Fi pubblico. Anche la segmentazione del traffico IoT verso una rete ospite è un'opzione.

All'hub di casa intelligente o non all'hub di casa intelligente

Un punto di contesa è che non tutte le reti domestiche intelligenti richiedono un hub di casa intelligente. Molti altoparlanti intelligenti, tra cui Amazon Echo e Google Home, possono riempire un punto di hub di casa intelligente dedicato e fungere da centro di comando di un sistema di casa intelligente, fornendo funzionalità di tipo hub attraverso le loro app e interfacce vocali, ad esempio Alexa o Siri. Gli hub dedicati non offrono opzioni native di controllo vocale, sebbene siano disponibili integrazioni.

Allo stesso modo, se tutti i dispositivi connessi a una casa funzionano su Wi-Fi, non è necessario un hub di casa intelligente.

Tuttavia, un problema con l'utilizzo di un altoparlante intelligente in un hub di casa intelligente è che gli altoparlanti potrebbero non offrire la piena compatibilità con tutti i protocolli e gli standard. Ad esempio, Amazon Echo Plus supporta Zigbee, ma non Z-Wave. Tuttavia, offre le capacità di Alexa, che possono accoppiare dispositivi di casa intelligenti con Alexa, offrendo gran parte dello stesso controllo e gli utenti non sperimenteranno alcuna differenza. E come con hub dedicati, Echo Plus richiede che gli hub proprietari rimangano sul posto per funzionalità complete del dispositivo. Ad esempio, i dispositivi Hue possono connettersi con un eco senza Hue Bridge, ma la funzionalità delle lampadine intelligenti sarà limitata a on / off e luminosità.

Altri altoparlanti e dispositivi intelligenti che possono essere utilizzati come hub di casa intelligenti includono Apple HomePod, Apple TV 4K e Google Home.

https://internetofthingsagenda.techtarget.com/definition/smart-home-hub-home-automation-hub

Comments are closed.